Area membri Aderisci
Notizie in pillole 29.07.2020

Accolta l'istanza doganale a tutela del marchio ENplus

Nella più ampia cornice delle azioni di contrasto alle frodi ENplus®, Bioenergy Europe ha inoltrato a livello comunitario (UE) un’istanza doganale per la tutela dei diritti di proprietà intellettuale sul marchio ENplus®.

L’istanza è stata accolta e produrrà gli effetti previsti dal Regolamento (UE) n. 608/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio del 12 giugno 2013 relativo alla tutela dei diritti di proprietà intellettuale da parte delle autorità doganali.

Questo significa che, da questo momento in poi, tutte le agenzie doganali dei 27 Stati Membri europei, nel caso sospettino una frode collegata al marchio ENplus®, sono formalmente invitate a intervenire per verificare i beni in ingresso nel mercato comunitario e a confiscare i beni non conformi, nel caso in cui Bioenergy Europe ne faccia richiesta.

Con la continua crescita dello schema, la certificazione ENplus® è diventata sempre più un elemento fondamentale per la commercializzazione del pellet, nelle attività tra operatori del settore (B2B) quanto in quelle rivolte ai consumatori finali (B2C).

Il successo di ENplus® schema fa sì che servano misure addizionali a protezione del marchio. L’obiettivo di questa iniziativa è quindi l’estensione e il miglioramento dell’efficacia delle azioni di contrasto alle frodi, coinvolgendo attivamente gli uffici nazionali doganali nel sequestro dei carichi di pellet che recano marchi ENplus® contraffatti.

Siamo convinti che queste misure rinforzeranno la protezione del marchio ENplus® e che scoraggeranno i truffatori dal violare le regole della leale competizione, permettendo condizioni di mercato più eque per le aziende certificate ENplus®.

In base al successo di questa iniziativa, Bioenergy Europe potrà poi sollecitarne la sua estensione e prosecuzione futura.